Home > Blog > Denti da latte che non cadono e in doppia fila

Denti da latte che non cadono e in doppia fila

Cosa è bene sapere e quando intervenire

Intorno ai 6 anni si apre per i bambini una fase che vede la progressiva caduta dei dentini da latte (dentizione decidua) per lasciare il posto alla dentizione permanente. Questa fase di transizione perdura in genere fino ai 12 anni circa e viene definita di dentizione mista poiché nella bocca dei bambini e ragazzi trovano posto, gli uni accanto agli altri, sia i denti da latte non ancora caduti che i nuovi denti permanenti.
In pratica la sequenza temporale è questa:

Dentatura decidua (6 mesi-6 anni)
Dentatura mista (6-12 anni)
Dentatura permanente (dopo i 12 anni)

Il passaggio dalla dentizione decidua (20 denti) a quella permanente (32 denti, se presenti i terzi molari o denti del giudizio), rappresenta un momento importante e molto delicato sia per il corretto sviluppo delle arcate dentarie sia per l’armonica crescita scheletrica.
Normalmente un dentino da latte comincia a dondolare, per la spinta del nuovo dente che si fa strada finchè non cade per lasciare il posto al nuovo dente permanente.
Non sempre però le cose vanno esattamente così.
Denti da latte che si ostinano a restare al loro posto ben saldi e denti permanenti che spuntano in doppia fila sono eventi abbastanza frequenti.
Nella maggior parte dei casi, a parte suscitare lo stupore e la preoccupazione dei genitori, questi eventi si risolvono da soli senza conseguenze. Alcune volte invece è opportuno intervenire per evitare problemi futuri.

Ma quali sono i problemi più frequenti e quando è il caso di intervenire?.

Dentini da latte che non cadono

Intorno ai sei anni alla maggior parte dei bimbi cominciano a tentennare e cadere i dentini da latte, prima gli incisivi inferiori, poi i superiori. Qualcuno inizia questa fase già prima, qualcuno dopo. Non è raro vedere bambini che già a cinque anni perdono i loro primi dentini, così come capita che alcuni bambini arrivino alla soglia dei sette anni con ancora tutti i loro dentini da latte ben saldi. Una certa variabilità nei tempi è del tutto normale e non deve mettere in allarme i genitori. L'importante è come sempre che sia l'odontoiatra o un dentista esperto in pedodonzia a valutare la situazione durante le normali visite di routine o in caso di dubbi in una visita ad hoc.
In particolare il dentista valuterà che non ci siano impedimenti alla spontanea caduta dei denti decidui.
Gli impedimenti più comuni alla fisiologica caduta dei denti da latte sono:
1. i denti da latte stanno spuntando seguendo una traiettoria scorretta e quindi non possono spingere né erodere la radice dei corrispondenti denti decidui.
2. Mancano uno o più denti permanenti (agenesia)
3. Sono presenti più denti(sovrannumerari) e questi stanno ostacolando il tragitto dei denti permanenti


Dentini in seconda fila o denti da squalo

Quando nell'arcata dentaria non c'è spazio per l'eruzione dei denti permanenti, perchè ad esempio i denti da latte non hanno lasciato loro il posto, può succedere che i denti permanenti spuntino seguendo una traiettoria diversa accavallandosi a quelli da latte e dando origine ai così detti denti da squalo o denti in doppia fila.
I denti da squalo di solito non hanno conseguenze gravi e la situazione nella maggior parte dei casi tende a risolversi da sola.
Questa situazione, dei denti che spuntano in seconda fila, si verifica di solito quando l'arcata dentaria non ha spazio sufficiente o quando i nuovi denti sono troppo grandi rispetto allo spazio a disposizione.

Solitamente aspettando un po' la situazione si risolve da sola ed è sufficiente far monitorare la situazione da un dentista specializzato in pedodonzia. In genere il dentista interverrà solo nel caso in cui i nuovi denti siano ormai spuntati mentre i denti da latte non accennano a tentennare, o nel caso in cui lo specialistà valuterà che possano esservi conseguenze sul futuro sviluppo dei denti permanenti.

Per quanto riguarda la traiettoria scorretta che hanno seguito i nuovi denti, anche questa in genere non dovrebbe suscitare preoccupazione, soprattutto se i nuovi denti sono spuntati dietro a quelli da latte. Una volta che i denti decidui lasceranno libero il posto, sarà molto spesso la lingua ad esercitare la pressione necessaria a riportare i denti nella giusta posizione.

C’è da dire, però, che spesso i denti da squalo sono causati dalla carenza di spazio in arcata e quindi possono fungere da campanello di allarme anche per valutare lo spazio per tutti gli altri denti che devono arrivare, ed in qualche caso potrà essere necessario valutare per il futuro un trattamento ortodontico. 

Ecco perchè in questi casi, nonostante solitamente non sia necessario intervenire nell'immediato, è sempre bene consultarsi con un dentista specialista in ortodonzia infantile, per monitorare la situazione.

 

GUARDA ANCHE

A Scuola con i Puppets

Progetto di prevenzione dentale nelle scuole

Il Centro Dentistico Ortodontico del Dottor Marco Buongiorno è attivo sul territorio con il progetto di prevenzione dentale “A Scuola con i Puppets” che è un’iniziativa


Combattere la carie

10 cose da sapere per combatterla

1 Dimmi cosa mangi e ti dirò che denti hai.  Il cibo agisce sullo smalto del dente nel senso che interagisce con i batteri naturalmente presenti nella bocca, i quali metabolizzando gli


Vento magico

A Monsummano Terme la sedazione cosciente contro la paura del dentista

Con i bambini il Dottor Marco Buongiorno ama parlare di “vento magico” riferendosi a quella tecnica di sedazione cosciente in cui si respira attraverso delle mascherine profumate


Sigillatura dei molari

10 domande e risposte sulla sigillatura dei denti nei bambini

La sigillatura dei denti è una procedura dentistica di prevenzione della carie molto efficace che consiste nell'applicazione di una speciale resina (il sigillante) sui solchi occlusali dei denti


Monsummano Terme

via empolese, 222

Pescia

viale garibaldi, 86